Un Old Firm “epocale”

Ci siamo: sabato va in scena il primo Old Firm stagionale. Mai come quest’anno, si tratta di un Old Firm di altissimo livello. Lo dice la classifica, con le due squadre che finora hanno vinto tutte le partite, eccetto quella dei Rangers in casa dell’Hibernian. Lo dice l’Europa, con i due club che, dopo 15 anni, parteciperanno insieme ai gironi di Champions League. Sabato alle ore 13.30, con diretta sull’app gratuita One Football, ci aspetta un Old Firm assolutamente appassionante.

Patrimonio del calcio scozzese (e della Scozia)

L’Old Firm, da 37 anni, domina la Scottish Premiership. Nei primi anni dopo il ritorno in massima serie dei Rangers, il Celtic era ancora 2 categorie superiore, ma ora le due squadre sono nuovamente sullo stesso livello. Due anni fa infatti, i Rangers hanno spezzato l’egemonia del Celtic in Scottish Premiership, vincendo 4 derby stagionali sui 5 disputati. L’anno scorso il Celtic ha vinto la Scottish Premiership vincendo 2 Old Firm e perdendone 1, mentre i Rangers hanno vinto la Scottish Cup battendo il Celtic in semifinale. Come detto, il fatto che entrambe le squadre abbiano raggiunto i gironi di Champions League è grande orgoglio non solo per la città di Glasgow ma anche per l’intero movimento del calcio scozzese: riuscissero a redistribuire la ricchezza in maniera più equilibrata anche con gli altri club, tutto il campionato, comprese Celtic e Rangers, ne trarrebbero giovamento, esattamente come succede in Olanda con Ajax, Psv e Feyenoord che destinano una parte dei ricavi provenienti dalla Uefa a tutti gli altri club, per alzare il livello di competitività dell’Eredivisie.

Senza favoriti, ma…

Tra le due, quella che arriva meglio è senz’altro il Celtic. Gli Hoops stanno dominando e vincendo tutte le partite, sfruttando lo stato di grazie del reparto offensivo, formato dai talentuosi Furuhashi, Giakoumakis, Jota, Abada e Maeda e capace di segnare 9 gol al Dundee United domenica scorsa, ma anche approfittando del “riposo” estivo dovuto all’assenza di preliminari di Champions League. Considerato che, mediamente, gli Hoops in stagione disputano almeno altre 50 partite, fare o non fare i preliminari cambia, eccome. Se ne stanno accorgendo i Rangers che i preliminari di Champions League li hanno fatti e, seppur siano stati trionfali, la stanchezza l’hanno sentita e hanno perso 2 punti ad Easter Road che, per ora, li fanno inseguire in classifica. Inoltre i Gers avranno sicuramente fuori Hagi, con Roofe, Helander, Davies e Souttar in forse, a fronte di nessun indisponibile tra le file del Celtic. Gli Hoops arrivano a questo Old Firm, che disputeranno peraltro in casa, da favoriti, anche se il grande debutto di martedì in Champions League contro il Real Madrid pesa molto soprattutto nella testa dei calciatori. Non che i Rangers la settimana prossima si riposeranno: mercoledì infattisono attesi all’Amsterdam Arena per affrontare l’Ajax, per il ritorno in Champions League dopo 12 lunghissimi anni.

Probabili formazioni

Celtic (4-3-3): Hart; Juranovic, Carter-Vickers, Starfelt, Taylor; O’Riley, McGregor, Hatate; Jota, Furuhashi, Abada.

Rangers (4-3-3): McLaughlin; Tavernier, Goldson, Sands, Barisic; Lundstram, Kamara, Lawrence; Tillman, Colak, Kent.

Qualche statistica

Precedenti totali: 572. Vittorie Celtic: 206. Pareggi: 130. Vittorie Rangers: 236.

Precedenti a Celtic Park: 241. Vittorie Celtic: 108. Pareggi: 58. Vittorie Rangers: 75.

Precedenti in campionato: 326. Vittorie Celtic: 111. Pareggi: 89. Vittorie Rangers: 126.

Precedenti a Celtic Park in campionato: 163. Vittorie Celtic: 70. Pareggi: 47. Vittorie Rangers: 46.

Miglior marcatore stagionale Celtic: Kyogo Furuhashi, 6gol.

Miglior marcatore stagionale Rangers: Antonio Colak, 7 gol.

Sabato 3 settembre, ore 13.30: Celtic v Rangers (diretta su One Football)