Un Old-Firm non è mai banale

Il ritorno dell’Old Firm fa sempre paura, soprattutto alle autorità. Il ministro Sturgeon ha dato il via libera allo svolgimento della partita solo nelle ultime ore, preoccupata dai festeggiamenti dei tifosi dei Rangers nello scorso weekend e dalla possibilità che ci siano nuovi assembramenti, dei tifosi dei Light Blues per festeggiare nuovamente, questa volta in casa dei loro nemici, e dei tifosi del Celtic per “difendere” il proprio territorio.
Visto il titolo già assegnato, sarà un Old Firm in tono minore? Non scherziamo. E’ la partita più sentita dell’intera Scozia e che è giunta al capitolo numero 423 della sua storia, potrà mai essere una partita come le altre, nonostante i Rangers abbiano già vinto, anzi stravinto, il loro 55° titolo?
Al di là del fatto che i Gers finora hanno vinto due Old Firm su due in questa stagione e vorranno sicuramente proseguire la loro striscia positiva che dura da 3 derby, avendo anche vinto a Celtic Park nell’ultimo scontro diretto del 2019/20, datato 29 dicembre, il Celtic giocherà soprattutto per il suo onore: dopo una stagione in cui ha perso il titolo dopo 9 anni di dominio assoluto, sopravanzato in classifica dai Rangers di ben 20 punti, deve dare una risposta ai suoi tifosi. E quale migliore occasione dell’Old Firm?

Aberdeen, devi essere perfetto!

Derek McInnes ha appena salutato l’Aberdeen: al suo posto Paul Sheerin (foto The Telegraph)

Dall’Old Firm al New Firm: la sfida tra Dundee United e Aberdeen, le due grandi contendenti degli anni ’80, è giunta all’edizione numero 243. L’Aberdeen è in vantaggio negli scontri diretti con 97 successi a 76, però quest’anno nelle due precedenti sfide non solo non c’è mai stato un vincitore ma non c’è mai stato nemmeno un gol realizzato.
L’Aberdeen, che è alla prima partita senza McInnes dopo 8 anni, è alla disperata rincorsa al terzo posto, ma deve recuperare 6 punti all’Hibernian. Difficile, visto che gli Hibs, che domani giocheranno a Livingston contro un avversario tosto ma ultimamente un po’ in calo, hanno anche una differenza reti decisamente migliore dei Reds.

La domenica dello “split”

Riuscirà Kyle Lafferty a salvare il Kilmarnock? (foto The Times)

Sarà anche la domenica dello “split”, ovvero la divisione della Premiership in due metà: quella di testa, dove sono ovviamente sicure di partecipare Rangers, Celtic, Hibernian, Aberdeen e Livingston, e quella di coda, dove sono già sicure Motherwell, Ross County, Hamilton e Kilmarnock. Per l’ultimo posto al sole ci sono, nell’ordine di probabilità, St Mirren, St Johnstone e Dundee United. Detto che comunque sono 3 squadre virtualmente salve, essere al sesto posto dopo la 33ma giornata vuol dire, oltre che salvezza matematica, anche garantirsi un’altra sfida contro i top-club che, in un mondo normale, vorrebbe dire anche garantirsi ancora degli ottimi incassi.
Al St Mirren “basterà” una vittoria ad Hamilton, contro gli Accies penultimi ma assolutamente non rassegnati alla retrocessione in Championship; il St Johnstone, una delle squadre più in forma del campionato, deve sperare, oltre che di battere il Ross County, che il St Mirren perda punti; più difficile la situazione del Dundee United che dovrebbe battere con tanti gol l’Aberdeen e sperare che sia il St Mirren che il St Johnstone perdano. Praticamente impossibile.
Chiude il quadro un Kilmarnock v Motherwell da paura: gli Steelmen sono praticamente salvi, i Killie sono ultimi e hanno incamerato appena 1 punto nelle ultime 10 partite. Basteranno i gol di Kyle Lafferty a salvare il Kilmarnock?

PROBABILI FORMAZIONI:

CELTIC v RANGERS
Celtic (4-1-4-1): Bain; Kenny, Welsh, Ajer, Laxalt; Brown; Christie, Turnbull, McGregor, Elyounoussi; Edouard.
Rangers (4-3-2-1): McGregor; Patterson, Goldson, Helander, Barisic; Arfield, Davis, Kamara; Aribo, Kent; Morelos.

DUNDEE UNITED v ABERDEEN
Dundee United (4-3-1-2): Siegrist; Smith, Edwards, Reynolds, Robson; Harkes, Fuchs, Butcher; Clark; Shankland, McNulty.
Aberdeen (3-5-2): Lewis; Hoban, Taylor, Considine; MacKenzie, McCrorie, Campbell, Ferguson, Hayes; McLennan, Kamberi.

HAMILTON v ST MIRREN
Hamilton (3-5-2): Fulton; Hamilton, Aaron Martin, Easton; Hodson, Scott Martin, Callachan, Odoffin, Munro; Anderson, Smith.
St Mirren (4-2-3-1): Alnwick; Fraser, McCarthy, Shaughnessy, Tait; Erhahon, Doyle-Hayes; Connolly, McGrath, Durmus; Quaner.

KILMARNOCK v MOTHERWELL
Kilmarnock (4-2-3-1): Doyle; McGowan, Medley, Broadfoot, Haunstrup; Power, Dicker; McKenzie, Tshibola, Pinnock; Lafferty.
Motherwell (4-3-3): Kelly; O’Donnell, Maglorie, Lamie, Carroll; Campbell, Maguire, Crawford; Long, Cole, Roberts.

LIVINGSTON v HIBERNIAN
Livingston (4-2-3-1): McCrorie; Devlin, Fitzwater, Guthrie, Longridge; Holt, Bartley; Pittman, Sibbald, Forrest; Emmanuel-Thomas.
Hibernian (3-5-2): Marciano; McGinn, Porteus, Hanlon; Boyle, Irvine, Gogic, Newell, Doig; Doidge, Nisbet.

ST JOHNSTONE v ROSS COUNTY
St Johnstone (3-4-3): Clark; Kerr, Gordon, McCart; O’Halloran, McCann, Craig, Booth; Wotherspoon, Kane, Melhamed.
Ross County (3-5-2): Laidlaw; Watson, Donaldson, Iacovitti; Naismith, Spittal, Tilson, Lakin, Hjelde; White, Mckay.

33a GIORNATA: PROGRAMMA E PRONOSTICI

SABATO 20 MARZO

16.00 DUNDEE UNITED v ABERDEEN – X
16.00 HAMILTON v ST MIRREN – X
16.00 KILMARNOCK v MOTHERWELL – 1
16.00 LIVINGSTON v HIBERNIAN – 2
16.00 ST JOHNSTONE v ROSS COUNTY – X

DOMENICA 21 MARZO

13.00 CELTIC v RANGERS – X (diretta Sky Sport Uno, canale 201)

CLASSIFICA

1° RANGERS 88 punti (+68 differenza reti)
2° CELTIC 68 (+42)
3° HIBERNIAN 55 (+13)
4° ABERDEEN 49 (+2)
5° LIVINGSTON 43 (-1)
6° ST MIRREN 39 (-8)
———————————–
7° ST JOHNSTONE 37 (-7)
8° DUNDEE UNITED 36 (-15)
9° MOTHERWELL 35 (-16)
10° ROSS COUNTY 29 (-32)
11° HAMILTON 26 (-29)
12° KILMARNOCK 25 (-17)

* = partita da recuperare.